Home / News / I trasferimenti della sede statutaria in altro Stato e le fusioni di enti con sede in Stati diversi - L’art. 25 della legge 31 maggio 1995, n. 218, Riforma del sistema italiano di diritto internazionale privato - ‘teoria dell’incorporazione’

I trasferimenti della sede statutaria in altro Stato e le fusioni di enti con sede in Stati diversi - L’art. 25 della legge 31 maggio 1995, n. 218, Riforma del sistema italiano di diritto internazionale privato - ‘teoria dell’incorporazione’

L'art. 25 della legge 31 maggio 1995, n. 218, Riforma del sistema italiano di diritto internazionale privato, recita quanto segue:diritto societario internazionale 3 "1. Le società, le associazioni, le fondazioni ed ogni altro ente, pubblicoo privato, anche se privo di natura associativa, sono disciplinati dalla legge dello Stato nel cui territorio è stato perfezionato il procedimento di costituzione. Si applica, tuttavia, la legge italiana se la sede dell’amministra-zione è situata in Italia, ovvero se in Italia si trova l’oggetto principale ditali enti. 2. In particolare sono disciplinati dalla legge regolatrice dell’ente: a) lanatura giuridica; b) la denominazione o ragione sociale; c) la costituzione,la trasformazione e l’estinzione; d) la capacità; e) la formazione, i poteri ele modalità di funzionamento degli organi; f) la rappresentanza dell’ente; g) le modalità di acquisto e di perdita della qualità di associato o socio nonchè i diritti e gli obblighi inerenti a tale qualità; h) la responsabilità per le obbligazioni dell’ente; i) le conseguenze delle violazioni della legge o dell’atto costitutivo. 3. I trasferimenti della sede statutaria in altro Stato e le fusioni di enti con sede in Stati diversi hanno efficacia soltanto se posti in essere conformemente alle leggi di detti Stati interessati" L’art. 25  della L. 218/1995 colloca il sistema giuridico italiano fra i sistemi che accolgono la c.d. ‘teoria dell’incorporazione’, poiché il criteri odi collegamento prescelto al legislatore italiano è quello del luogo in cui è perfezionato il procedimento di costituzione, che per le società personificate che scelgono di svolgere il procedimento di costituzione in Italia è l’ultimo atto rappresentato dall’iscrizione nel registro delle imprese del luogo nella cui circoscrizione è stabilita la sede sociale statutaria (mentre per le società di persone, in mancanza di iscrizione, occorrerà prendere inconsiderazione il luogo dell’avvenuta stipulazione dell’atto costitutivo). Di particolare  importanza  è il terzo comma dell’art. 25 della L. 218/1995 che dispone che il trasferimento della sede so-ciale (così come le fusioni transfrontaliere) è (legittimo ed) efficace per l’ordinamento italiano solo se vengano rispettate tutte le norme (sostanziali e di diritto internazionale privato) degli Stati interessati, ossia lo Stato in cui la società aveva originariamente la propria sede sociale statutaria (per. es. l'Italia) e lo Stato in cui la società trasferisce la sede sociale statutaria.

Contatti

  • 7B Stefan Karadzha St.,1000 Sofia – Bulgaria

Telefono

  • +359 2 95 03 053

Email

  • info@tiras.bg